Skip links

I BONUS PER LO SMALTIMENTO AMIANTO

I BONUS PER LO SMALTIMENTO AMIANTO

Esistono diverse possibilità di agevolazioni per la rimozione di amianto da portare in detrazione in fase di dichiarazione dei redditi.

  • Ecobonus 65% per la riqualificazione energetica, tramite sostituzione amianto con fotovoltaico (privati cittadini, enti pubblici o privati che non svolgono attività commerciali). La detrazione per il fotovoltaico viene ripartita in 10 rate annuali, con un’IVA agevolata al 10% per un tetto massimo di spesa di Euro 96.000. E’ possibile utilizzare lo stesso sgravio fiscale anche per altri interventi di riqualificazione energetica, come per l’installazione di pavimenti, finestre e infissi.
  • Bonus ristrutturazioni 50% (privati cittadini, soci di cooperative, soci di società semplici, imprenditori individuali, sempre per immobili non considerati in quanto merce o beni strumentali) nei casi in cui si provveda alla rimozione e sostituzione delle parti in amianto con materiali di nuova generazione;
  • Credito d’imposta (titolari di reddito d’impresa) quindi con sgravi fiscali in favore delle aziende che attuano interventi di bonifica dell’amianto, per es. dei capannoni industriali. Questa misura corrisponderà a uno sconto pari al 50% delle spese sostenute, per un valore massimo di 200.000 euro per impresa (quindi a fronte di una spesa massima ammissibile di 400.000 euro).

Questi gli interventi ammessi al credito, per coperture e manufatti di beni e strutture produttive, su tutto il territorio nazionale: rimozione, smantellamento, incapsulamento e smaltimento dell’amianto; spese sostenute per consulenze professionali e perizie tecniche (nel limite del 10% e comunque non oltre 10.000 euro per ciascun progetto).
Sarà possibile sfruttare tale agevolazione fiscale fino al 31 dicembre 2019.

MOVECO ITALIA potrà fornirvi tutte le soluzioni in merito, contattateci!